martedì 23 giugno 2015

Recensione: La verità celata

Cari lettori buongiorno! Ieri alla fine non sono più riuscita a terminare questa recensione se non di notte xD quindi ho deciso di pubblicarla oggi.
Il libro di cui vi parlo ve lo avevo già presentato qualche giorno fa qui.
La verità celata è un thriller scritto da Seb Kirby, autore self che ha portato il suo libro in Italia grazie all'aiuto della traduttrice Monica R. Pelà.

LA VERITÀ CELATA

Seb Kirby | 252 pp. | €2,99 (eBook) | €9,87 (cartaceo)

"Un viaggio artistico nel crimine - emozionante e originale"
Julia Blake è una restauratrice che si occupa di arte classica. La sua specialità è quella di indagare sotto la superficie dei dipinti per scoprire cosa nascondono. Lei è sicura che un buon numero di preziosi dipinti mancanti, ritenuti 'perduti o distrutti', siano in realtà stati sovradipinti con un altro lavoro, come metodo per nasconderli. A tale proposito, Julia ha rintracciato a Firenze una collezione di dipinti che sembra molto interessante ed è andata in questa città per cercare di scoprire un capolavoro nascosto e affermarsi nel mondo dell'arte.
La verità celata inizia quando James Blake, il marito di Julia, rientra nella loro casa a Londra e scopre che lei è stata uccisa. Che cosa l'aveva riportata a Londra senza preavviso? Perché qualcuno ha commesso questo sconvolgente crimine?
Blake è deciso a trovare i suoi assassini ma ha poco a cui aggrapparsi. Solo l'ultimo messaggio che Julia gli ha inviato dal suo telefono cellulare, 'Aiutami', con un allegato che mostra il dipinto di Michelangelo 'Leda e il cigno'.
Come primo sospettato del delitto, James fugge dall'Inghilterra e si trova a percorrere una strada lastricata di inganni e pericoli attraverso i paesaggi mozzafiato di Venezia e Firenze in un mondo sommerso fatto di crimine, cospirazione e corruzione. Un percorso che lo porterà a scoprire l'assassino e la shockante verità celata dietro il mistero.


La verità celata si presenta subito come un buon thriller, con tutti i presupposti per piacere al lettore del genere. E io amante di thriller e polizieschi, posso dire di aver apprezzato questo libro, la storia, i personaggi e il continuo aleggiare di mistero e suspanse.
Il libro inizia subito, già nella prima pagina, con un omicidio. James Blake, il vero protagonista di tutta la storia, tornando nella sua casa a Londra, trova dietro la porta il cadavere della moglie Julia.
Subito percepiamo il panico e la successiva tristezza e angoscia del marito. Che come se non bastasse, diviene il sospettato numero uno dell'omicidio.
Ma James non può starsene senza far nulla, vuole scoprire a tutti i costi chi ha ucciso sua moglie. Come unico indizio il protagonista ha una foto di un quadro, inviata dalla donna poco prima di morire. Quadro andato perduto, a cui lei stava dando la caccia.
Iniziamo così a conoscere le vite di James e Julia, lui produttore radiofonico, lei studiosa di opere d'arte e restauratrice.
Ma con l'avanzare delle pagine, faremo la conoscenza anche di nuovi personaggi, ognuno con la propria personalità. I capitoli si alternano con la narrazione in prima persona, da parte dei vari personaggi. Quindi lungo il corso della storia potremo scoprire quale sia il ruolo di ciascuno di essi nell'intera vicenda e sempre nuovi dettagli sull'omicidio.
Il lettore è trasportato pagina dopo pagina, alla scoperta della verità. Avrà la possibilità di riuscire a capire ben presto come stanno le cose, anche se non sarà tutto chiaro fino all'ultimo.
La storia è piena di colpi di scena, che lasciano il lettore a bocca aperta e con una curiosità crescente, che lo “costringerà” a proseguire la lettura.

L'autore Seb Kirby ha fatto un ottimo lavoro, a mio parere, nel raccontare la storia. La lettura prosegue veloce, grazie allo stile semplice e ben dettagliato. Forse in alcuni punti l'ho trovato un po' prolisso, con puntualizzazioni a mio avviso superflue.
Quello che mi ha dato maggiormente fastidio durante il proseguire della lettura, è stato il fatto di dover leggere capitoli diversi, con protagonisti e narratori diversi. Ciò mi ha disorientata essendo molti i personaggi e molte le loro storie personali.
Ma nel complesso il libro mi è piaciuto molto. Era ciò che mi aspettavo, un libro pieno di suspanse e che riuscisse a tenere alta la mia concentrazione e curiosità.
Lo consiglio a tutti i lettori del genere. Se volete scoprire se e come è morta Julia, non vi rimane che leggerlo!

VOTO:




6 commenti:

  1. Risposte
    1. Davvero? Mmm pensandoci, in effetti forse non è il libro che fa per te!

      Elimina
  2. Ho già sentito parlare di questo libro e devo dire che un pochettino mi attira ......
    Tutte lo storie che hanno in se un qualche mistero - se realizzate bene di solito riescono ad attirarmi almento un pochettino ........
    In effetti una bella storia di mistero un Giallo fatto bene ha sempre il suo perchè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che dici, penso proprio che questo possa piacerti. E' davvero una bella storia, ricca di mistero.

      Elimina
  3. Mi hai incuriosita con la tua recensione! :) Questo libro sembra davvero intrigante! In più, a differenza tua, a me piace quando una storia viene raccontata da più punti di vista, conoscendo così le vicende personali dei vari personaggi, quindi credo proprio che potrei apprezzare questo romanzo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì se apprezzi questo punto, allora probabilmente ti piacerà di più che a me. Fammi sapere se deciderai di leggerlo ^^

      Elimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...