mercoledì 19 agosto 2015

Recensione: La ragazza del treno

Buongiorno carissimi lettori, come state? Io non tanto bene, ho un po' di nostalgia perché domani sarà il compleanno del mio fidanzato e purtroppo non sarò con lui, anzi dovrò aspettare ancora un mese prima di rivederlo T.T

Ma a parte la mia disperazione oggi vi faccio leggere una recensione che avevo pronta già da un po', ma essendo corta non volevo pubblicarla nella speranza di scrivere qualcosa in più. Invece non ci sono proprio riuscita, perché non ho trovato molto altro da dire :\

LA RAGAZZA DEL TRENO


Piemme | 378 pp. | €19,50 (cartaceo)
La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua.
Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos’ha visto davvero Rachel?
Nelle mani sapienti di Paula Hawkins, il lettore viene travolto da una serie di bugie, verità, colpi di scena e ribaltamenti della trama che rendono questo romanzo un thriller da leggere compulsivamente, con un finale ineguagliabile. Decisamente il debutto dell’anno, ai vertici di tutte le classifiche.


Ho letto La ragazza del treno in pochi giorni, speranzosa di trovare una storia originale e ricca di misteri da svelare. Ma purtroppo sono stata delusa, non tanto, ma sicuramente non è ciò che mi aspettavo.
La storia che procede lentamente, anche fin troppo per i miei gusti, sembra un groviglio di idee, inserite alla rinfusa e che solo con tanta calma e pazienza, il lettore può riuscire a sbrogliare.
Conosceremo tre voci diverse, tre voci di donna, anche se la principale protagonista è Rachel, che giorno dopo giorno si da appuntamento sul treno per scorgere dal finestrino momenti di vita quotidiana. Spiando soprattutto un uomo e una donna, che vivono a pochi metri dalla sua vecchia casa, due signori ai quali da dei nomi e ai quali la sua mente costruisce una storia che si allontana da quella che è la realtà.
Fin dall'inizio quindi il lettore è curioso, così come la protagonista, di scoprire di più sui due giovani amanti. Ma bisognerà aspettare un po' prima di averne una descrizione più dettagliata e precisa.
Così viaggeremo insieme a Rachel, impareremo a capirla e a conoscere ogni aspetto di lei. Conosceremo anche il suo passato, quello in cui era innamorata e che alla fine sarà importante per i fini della storia.

Rachel è un personaggio complicato, sarà difficile per chi legge comprendere se essa faccia parte dei buoni o dei cattivi. D'altronde anche lei inizia a dubitare di se stessa e della sua innocenza.
Un aspetto positivo del libro è il fatto che il lettore fino all'ultimo non riesce a capire bene cosa sia successo, ciò tiene alta l'attenzione e la curiosità durante la lettura. Come dicevo precedentemente però tutta l'idea della storia è, secondo me, poco ben sviluppata e quindi se da una parte il lettore è curioso, dall'altra quasi si annoia e perde le speranze di capirci qualcosa.
Almeno queste sono state le mie sensazioni mentre lo leggevo.
Insomma non posso dire che La ragazza del treno non mi sia piaciuto, perché l'idea di base è abbastanza originale e interessante, ma diciamo che non mi ha fatto impazzire come avrei sperato. 

VOTO:


Voi lo avete letto?
Che ne pensate?


6 commenti:

  1. Mi dispiace che il libro ti abbia un po' delusa, sinceramente a me incuriosisce abbastanza ma non saprei che aspettarmi ^^
    Credo che lo leggerò per vedere com'è!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me incuriosiva parecchio, infatti ho iniziato la lettura con aspettative troppo alte. Spero che a te piaccia, fammi sapere ^^

      Elimina
  2. Non leggo questo genere di libri di solito, però non so bene perché questo mi ispirava e dopo varie opinioni deluse penso proprio che possa restare dov'è :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono libri migliori dello stesso genere, quindi ti consiglierei di optare per altro, visto che solitamente non ti piace leggerli.

      Elimina
  3. Anche a me ispira molto, ma sono ancora indecisa se comprarlo o meno...
    Magari aspetto qualche mese e spero in un colpo di fortuna come è capitato per "Vita dopo vita" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ti consiglio di aspettare, non so se valga la pena spenderci quasi 20€. Magari a te piacerà ^^

      Elimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...