martedì 13 settembre 2016

Recensione: Il titolista di Bassano

Buongiorno cari lettori ^^ sono in una fase intensa di studio, mancano le ultime settimane e io sono distrutta T.T ma per fortuna le mie letture mi rilassano un po' e tengono lontano lo stress.

Oggi però voglio parlarvi del nuovo libro di Karen Waves, il seguito de Le cesoie di Busan (qui la mia recensione). Il libro è online proprio da ieri, 12 Settembre.

IL TITOLISTA DI BASSANO
260 pp. | €2,99 (eBook) | €9,90 (cartaceo)
Valentina Bisello è una studentessa modello: si è da poco laureata in Business Management con una tesi sulle “Strategie di marketing sciistico in luogo di mare” e ora frequenta un master all’Università di Padova. Sono passati nove mesi e ancora non riesce a dimenticare il suo anno in Corea: sente ogni giorno la sua pazza ex-coinquilina Kim Yae-rim, ma le manca quel certo potatore che ha lasciato a Busan, insieme ai sensi di colpa.
Kwon Won-ho non fa più parte della sua vita, ormai, e deve farsene una ragione. Non era destino e non avrebbero dovuto stare insieme fin dall’inizio. Eppure continua a pensarci, anche se ha cancellato tutte le foto e si ripete che non è niente, che sta bene da sola, che non le serve un uomo per sentirsi completa.
Ma il suo stupidississimo e bellissimo potatore è partito per l’Italia e Valentina lo ritrova nel luogo più inaspettato: Bassano del Grappa, la città dove lei ha vissuto con la famiglia prima di trasferirsi. Appena si vedono, la passione esplode e resistere a ciò che lui le fa provare è molto difficile, soprattutto se le ricorda quello che sentiva nella sua camera in Corea, sulla spiaggia di Gwangalli, nell’atmosfera ovattata della biblioteca, quando si scambiavano baci e carezze (ma ben poche promesse).
Ora che Won-ho l’ha ritrovata non la vuole più lasciare, mentre Valentina è divisa tra il desiderio di tenerlo, la paura per il futuro e la disapprovazione della signora madre. Riuscirà la nostra eroina a coronare il suo desiderio d’amore o anche in Italia la sua è una storia dal finale già scritto?



Finalmente dopo mesi possiamo tornare a leggere la storia di Valentina e Won-ho. Lo ammetto, ho aspettato questo momento con trepidazione, d'altronde il primo libro non era finito nel migliore dei modi. 
Questa volta da sfondo alla storia non c’è più il paesaggio esotico di Busan, ma siamo nella nostra Italia, per esattezza a Bassano, città di Valentina e nella quale è tornata dopo il suo periodo all’estero, e dopo la sua storia con Won-ho.
Nonostante abbia ricominciato una nuova vita, Valentina non sembra aver superato del tutto la fine di quella storia tanto breve, quanto intensa. Per quanto si ostini a rifiutarlo a se stessa, e vi assicuro che è testarda, in realtà prova ancora qualcosa per quel bel potatore. 
Non voglio dirvi molto sulla storia perché penso che la trama la riassuma bene, e soprattutto perché rischierei di fare troppi spoiler. 
Vi posso però dire che in questo libro torneremo a leggere di Yae-rim, che seppur lontana chilometri non la smette di bacchettare Valentina. E io continuo ad amarla sempre più. Ma non è tutto perché, per la sfortuna della protagonista, la sua nuova coinquilina non sarà da meno. Amante della filosofia e di tutto ciò che ne concerne, ci regalerà qualche risata. Anche se non credo che Valentina sia della stessa opinione.

In questo libro troveremo una Valentina più matura, che si metterà a nudo, rivelando a noi lettori i suoi pensieri e le sue insicurezze. Eh sì, anche la Valentina di ferro che conosciamo, in realtà ha delle piccole debolezze. 
Karen Waves in questo secondo capitolo porta i lettori nella mente della protagonista, mostrandoci ogni suo pensiero, ogni sua emozione. Sicuramente Il titolista di Bassano risulta essere un libro più introspettivo del precedente e, forse proprio per questo, più travolgente. Il lettore non si limita soltanto ad osservare le scene, ma impara a conoscere Valentina e a  comprendere le sue azioni.
Non mancheranno i momenti di passione e le notti (non solo quelle) di fuoco, ma il tutto senza risultare mai volgare. Ma anzi regalano ai lettori qualche emozione in più. 
Con uno stile ancora una volta leggero, semplice e con tanta ironia Karen riesce nuovamente ad affascinare i lettori, portandoli ad amare sempre più i protagonisti. Quindi se avete letto il precedente non potete perdervi questo secondo capitolo, vi piacerà sicuramente!



VOTO:





L'AUTRICE

Karen Waves è nata a Vicenza, ma vive a Padova dove studia lingue moderne all’Università. Nella vita reale è accompagnata da un fidanzato paziente e un gatto assassino, mentre in quella immaginaria le fanno compagnia un potatore coreano e la sua simpatica “morosa” veneta. Scrivere è sempre stata la sua passione e come ispirazione ha avuto tre grandi amori: la Corea, le storie romantiche e gli alberi.

Il suo esordio, Le cesoie di Busan, sta convincendo schiere di lettrici della bellezza virile che si può trovare in Asia. Inoltre da pochi mesi ha pubblicato anche Bad girl, una novella con gli stessi protagonisti della serie La studentessa e il potatore, scaricabile gratuitamente su tutti gli store online.

Il blog ufficiale: www.karenwaves.blogspot.it



Che ne pensate?
Avete letto il libro precedente?







2 commenti:

  1. ciao Christy ancora non ho letto il primo ma sarà una delle prossime letture, le aspettative sono altissime viste le belle recensioni che ho letto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono entrambi molto belli, te li consiglio vivamente :D

      Elimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...